Solo kayaker

Entries from May 2012

Rabbies 2

May 28th, 2012 · No Comments

(English/italiano in giu’) There’s something about an evening paddle which is particularly special. The river seems even more beautiful, the power of the rapids gives us a deeper feeling of peace. Paddling alone further heightens our senses, and these feelings are taken to an even more intense level.

YouTube Preview Image 

(Italiano) C’e’ qualcosa particolarmente speciale in una discesa serale. Il fiume sembra anche piu’ bello, la potenza delle rapide ci da’ una sensazione di pace piu’ profonda. La discesa in solitaria oltre intensifica nostri sensi, e queste sensazioni sono portate a un livello anche piu’ alto.

Tags: Film · In...Italy / Italia

Rabbies

May 16th, 2012 · 9 Comments

 (English/italiano in giu’) What do we mean by “a grade 3 paddler”? To the majority of the paddling community, this means a canoeist who is capable of navigating a grade 3 river, swimming rarely. But there is a huge difference in skill between the paddler who blindly follows an experienced leader on a grade 3 river, and the paddler who is capable of soloing a similar river which he doesn’t know with a reasonable margin of safety. In the former case, the paddler can stay in the main flow, and anticipate the next move by watching the leader. In the latter case, the paddler must constantly read the water, choose lines which give him a good view of the on-coming rapids, anticipate the unexpected, and be ready at any instant to sprint into a micro-eddy. In this way the presence of a strong group can distort our perspective of our true ability. Should the first paddler even be on the water? If a tree had moved since the leader’s last descent, would this paddler be able to sprint into a micro-eddy? This is particularly obvious on rivers like the Rabbies. Long sections of the Rabbies are grade 3, but it’s difficult to imagine more dangerous grade 3. There are many trees, many places to pin, very few eddies, almost all of which are tiny, and the gradient suddenly increases without warning. Almost all of the hazards are protectable, so in this case soloing is much more dangerous than paddling in a group.

YouTube Preview Image

 (Italiano) Che cosa intendiamo per “un canoista di terzo grado”? Per la maggior parte della comunita’ di canoisti, vuole dire un canoista che e’ capace di scendere un fiume di terzo grado, facendo bagni raremente. Pero’ c’e’ una grandissima differenza in abilita’ tra il canoista che segue ciecemente un dirigente con esperienza su un fiume di terzo grado, e il canoista che e’ capace di scendere in solitaria un fiume simile che non conosce con un ragionevole margine di sicurezza. Nel primo caso, il canoista puo’ rimanere nel flusso principale, e anticipare la prossima mossa guardando il dirigente. Nel secondo caso, il canoista deve costantemente leggere l’acqua, scegliere percorsi che gli diano una buona vista delle prossime rapide, prevedere l’inatteso, ed essere pronto in ogni momento a correre in una mortina. In questo modo la presenza di un gruppo forte puo’ distorcere la percezione della nostra vera abilita’. Perfino il primo canoista dovrebbe essere sull’acqua? Se un tronco si fosse mosso dopo l’ultima discesa del dirigente, questo canoista potrebbe correre in una mortina? Questo e’ particolaremente ovvio su fiumi come il Rabbies. Lunghi tratti del Rabbies sono terzo grado, ma e’ difficile immaginare un fiume di terzo grado piu pericoloso. Ci sono molti alberi, molti posti a incravattare, pochissime morte e quasi tutte sono piccoline, e la pendenza aumenta senza preavviso. Si puo’ mettere un soccorritore in quasi tutti i punti pericolosi, allora in questo caso la discesa in solitaria e’ molto piu pericolosa della discesa in gruppo.

Tags: Film · In...Italy / Italia

Noce

May 8th, 2012 · No Comments

The hazards of the river  I pericoli del fiume

(English here/italiano in giu’) The “s” in the Noce gorge is probably the most famous rapid in Trentino. It looks intimidating, and is often portaged. But, in my opinion, the objective risk is low. There is no hole large enough to hold a swimmer, no undercut, no siphon, no tree. Why does it frighten us? Shortly afer the “s”, there is an unnamed grade 3 rapid which contains a horrible undercut. Nobody mentions or portages this rapid, but the consequences of missing the line are potentially lethal. Soloing has helped me to look beyond the noise and confusion of the river and see the most significant hazards.

YouTube Preview Image

(Italiano) La “s” nella gola del Noce e’ probabilmente la piu famosa rapida del Trentino. E’ intimorente, ed e’ spesso trasbordata. Pero’, secondo me, il rischio obiettivo e’ basso. Non c’e’ nessun buco abbastanza grande per bloccare una personna, nessuna nicchia, nessun sifone, nessun albero. Perche’ ci spaventa? Poco dopo la “s”, c’e’ una rapida di terzo grado senza nome che contiene una nicchia orribile. Nessuno menziona o trasborda questa rapida, ma le consequenze di mancare la linea sono potenzialmente mortali. La discesa in solitaria mi ha aiutato a guardare oltre il rumore e la confusione del fiume e vedere i piu significativi pericoli.

Tags: Film · In...Italy / Italia

Brandenburger 2

May 3rd, 2012 · 1 Comment

 The Tiefenbach gorge  La gola di Tiefenbach

(English here/Italiano in giu’) Soloing forces us to ask ourselves, with honesty and humility, can I make the line or not? It is a window on our true ability, unclouded by ego or bravado. I believe this blunt appraisal of our ability is the most fundamental way to improve our safety on the river. But some rapids always give us this persepective, whether we are solo or not. The final rapid on this section is a big hole with a faint tongue on the right. It’s impossible to protect, and impossible to portage unless you walk the last kilometre of the river. I was relieved when this rapid was behind me!

YouTube Preview Image

(Italiano) La discesa in solitaria ci costringe a chiederci, con onesta’ e umilita’, posso fare la linea o no? E’ una finestra sulla nostra vera abilita’, senza il velo della nostra arroganza. Credo che questa valutazione schietta della nostra abilita’ sia uno strumento fondamentale per migliorare la nostra sicurezza sul fiume. Pero’, alcune rapide ci danno sempre questa prospettiva, sia quando siamo soli sia quando siamo in gruppo. La rapida finale su questo tratto e’ un grande buco con una lingua debole sulla destra. E’ impossible scendere in sicurezza o trasbordare a meno che non si cammini lungo il fiume per l’ultimo kilometro. Ero sollevato sapendo che questa rapida era ormai dietro di me!

Tags: Film · In...Austria

Brandenburger 1

May 3rd, 2012 · 1 Comment

 The Kaiser gorge  La gola di Kaiser

(English here/Italiano in giu’) On this section, any descent is almost effectively a solo descent. Once you have entered the gorge, walking out or portage is impossible. A rescue would be almost impossible. It’s important to be honest with ourselves about how much help other paddlers can offer in the event of an accident. In this case, it is almost zero.

YouTube Preview Image

(Italiano) Su questo tratto, ogni discesa e’ praticamente una discesa in solitaria. Dopo esser entrato nella gola, l’uscita e il trasbordo sono impossibili. Un soccorso sarebbe quasi impossibile. E’ importante essere onesti con se stessi su quanto aiuto potremmo ricevere da altri canoisti in caso di un incidente. Qui, e’ quasi zero.

Tags: Film · In...Austria